piccole differenze

il mondo delle idee differisce dal mondo della realtà.
Mi spiego: Gesù Cristo ha “ideato” una particolarissima religione basata sull’uguaglianza. Però chi doveva metterla in pratica (farla diventare reale) in alcuni particolari periodi della storia ha toppato alla grande. Penso agli anni bui del medioevo e dell’inquisizione. A personaggi altamente negativi come Alessandro sesto, papa Borgia. Però il fatto che qualcuno abbia travisato il messaggio cristiano non sminuisce la forza dell’idea.
Cioè l’idea (in teoria) è giusta. Nel mondo della realtà (in pratica) ci sono voluti quasi duemila anni per trovare un papa che riuscisse, come Francesco, a realizzare l’idea iniziale.
Oggi possiamo dire: idea giusta sia in teoria che in pratica.
Una situazione analoga possiamo trovare nell’idea di Karl Marx: la teoria ipotizzata dal comunismo è giusta (in fondo si parla anche qui di uguaglianza, di riconoscimento del valore del lavoro, di superamento delle differenze …). Purtroppo chi ha provato a metterla in pratica ha commesso non pochi errori. Ma certamente verrà un giorno in cui qualcuno riuscirà a realizzare il comunismo dal volto umano.
Oggi possiamo dire: idea giusta in teoria ma non ancora realizzata in maniera positiva nella pratica.
Poi c’è un’idea che non solo è stata messa in pratica causando solo danni, e non da poco, ma che è proprio sbagliata anche fin dalla teoria: pensare che una “razza” possa essere superiore ad un altra, che il bianco sia migliore del nero, che l’ebreo debba essere sradicato dalla faccia della Terra, che i libri vadano bruciati ed il popolo tenuto nell’ignoranza … che la nazionalità debba essere una esclusività di pochi e che nascere in Italia non debba comportare, ipso facto, l’essere italiani, ecco queste idee hanno già dimostrato, in un passato nemmeno troppo lontano, la loro completa irragionevolezza.
Oggi possiamo dire: idea sbagliata in teoria e purtroppo già una volta realizzata nella pratica, causando danni inimmaginabili, ma enormi. Almeno cerchiamo di evitare che la storia si ripeta!
Ecco perché oggi a Como ho partecipato alla manifestazione “antifascista”!
Paolo Federici
24852345_10213559333449547_1809931312245030645_n

Annunci
Pubblicato in Generale | Lascia un commento

Una serata musicale … con la mia band

Pubblicato in Generale | Lascia un commento

quiz time

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Dubito ergo cogito, cogito ergo sum!

finalmente è uscita la motivazione della sentenza a carico di Massimo Bossetti!
Da quanto capisco esiste una ed una sola prova (inoppugnabile) relativa alla presenza del suo DNA sul cadavere.
E allora adesso vi racconto qualcosa di me.
Io soffro di epistassi: improvvisamente il naso si apre come un rubinetto ed ovunque io mi trovi lascio un lago di sangue.
Certo, un attimo dopo sto già tamponando, ma intando il mio sangue ha impregnato la strada (o la camicia, o il pavimento, od un qualche oggetto nelle vicinanze).
Immaginate che qualcuno passi un tamponcino su quella scia di sangue e poi porti il mio DNA (è sì, il mio DNA … è facilmente prelevabile e trasportabile!) sopra un cadavere.
Sarò accusato di omicidio?
Perché la prova maestra (la presenza del mio DNA sul cadavere) sarà inoppugnabile.
Ora vi rivelo un piccolo particolare: anche qualcun altro soffre di epistassi, si chiama Massimo Bossetti.
Siete ancora così sicuri che sia un assassino, dal momento che l’unica prova a suo carico è la presenza di una traccia di sangue (suo!) su un cadavere?
Con una differenza: non è nemmeno così sicuro che quella traccia si riferisca al suo DNA in quanto l’esame NON è nemmeno duplicabile.
Io dubito.
Cartesianamente dubito, ergo cogito. Cogito, ergo sum!
Paolo Federici

Pubblicato in Controcorrente, Cultura, HHT, Sanità | Lascia un commento

Uno sguardo raro

ho iscritto questo video (CLICK) al concorso http://www.unosguardoraro.org/ (con i sottotitoli in inglese!)
Eccolo in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese!

giudicate voi!

Pubblicato in Arte, Cultura, Generale, HHT, Sanità | Lascia un commento

Chi vincerà?

Pubblicato in Controcorrente, Cultura, Generale, Quiz | Lascia un commento

Il diario di Edith

se la realtà non ti piace, basta cambiarla!

Edith vive una vita piatta, solitaria: abbandonata dal marito si trova a doversi preoccupare di un figlio scansafatiche ed ubriacone.
Nel suo diario racconta i fatti di tutti i giorni, ma sono quelli inesistenti dei suoi sogni, o forse delle sue aspettative.
Il figlio diventa un ingegnere di successo, si sposa, ha una bella famiglia, due figli che nascono in rapida successione ed un lavoro esaltante.
Il marito … muore lasciandola vedova e felice.
Anziché annegare nell’alcool si può superare la grettezza di una vita anonima affidandosi ai sogni che, messi nero su bianco in un diario, diventano molto più realistici e veritieri.
La scrittura è fluida e la storia si snoda senza colpi di scena né sorprese.
Insomma, niente di eccezionale.
Ma questo libro mi era stato vivamente consigliato ed io sono uno che i consigli li segue, anche solo per poi pentirsene.
Vabbè, via … la sufficienza se la merita, ma niente di più.
Alla prossima
Paolo Federici

Pubblicato in Controcorrente, Cultura, Generale, Libri | Lascia un commento