Il tafazzismo spiegato bene

Io la vedo così.
Mi sono sorbito cinque ore di diretta dal Senato, dalle dichiarazioni di Draghi ai vari e molteplici interventi dei rappresentanti dei diversi partiti.
Cosa ho notato?
Si erano iscritti a parlare diversi esponenti dei cinquestelle che poi, uno alla volta, hanno cancellato i loro interventi.
Quindi cinque ore a chiedermi: sì, vabbè… ma i cinquestelle che dicono?
Interventi ovvii delle diverse forze politiche, con questa spada di Damocle cinquestellesca che continuava a fare bella mostra di sé su Draghi.
Per la discussione erano state previste cinque ore e mezza, ma dopo quattro ore gli interventi erano finiti.
La sorpresa è stata l’ultimo intervento.
Quando la Presidente del Senato ha detto: ha chiesto di parlare il senatore Licheri, ne ha facoltà… ho fatto un salto sulla sedia: finalmente sentiremo cosa dicono i cinquestelle.
Solo che l’intervento è stato fatto in una lingua con la quale ho poca dimestichezza: il politichese.
Insomma, non ha detto se voteranno a favore o contro.
Secondo me, non lo sanno neanche loro… cosa vogliono fare.

Resoconto della giornata:
C’è chi costruisce (Renzi che fa in modo che Draghi diventi Presidente del Consiglio) e chi distrugge (Conte che fa in modo che Draghi debba lasciare).
Solo che distrugge senza proporre alternative.
Così, per ripicca, per invidia, per fare il gradasso.
Ahi serva Italia, di dolore ostello…
Adesso andremo alle elezioni e Conte prenderà lo zero virgola.
Però ai suoi nipoti racconterà la storia della sua lotta contro i… draghi.

Historia magistra vitae
Chi non conosce la storia sarà costretto a riviverla!
Nel 1998 Bertinotti fece cadere il Governo Prodi, quello che aveva portato la sinistra al governo battendo Berlusconi.
Cioè la sinistra estrema… fece un favore alla destra.
Dopo qualche anno il partito di Bertinotti semplicemente sparì.
Oggi ci risiamo; Conte fa cadere il Governo Draghi.
Cioè la “vera” sinistra (almeno così si dichiarano i cinquestelle)… fa un favore alla destra.
Entro quanto tempo il M5S sparirà?

Informazioni su Paolo Federici

La migliore soddisfazione è sbagliare apposta per dare agli altri l'illusione di essere superiori.
Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente, Cultura, Generale, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...