Il leone è tornato a ruggire

era dai primi anni ’80 che aspettavo il suo ritorno.
Perché a me, Ken Follett piaceva da matti ai tempi di Triplo, il codice Rebecca, un letto da leoni, l’uomo di Pietroburgo…
Poi è arrivato il tempo delle cattedrali e delle saghe medioevali.
Ma per quelle preferivo decisamente un altro autore… quell’Umberto Eco del nome della rosa.
Finalmente, quarant’anni dopo, è arrivato “Never” (in italiano: Per niente al Mondo).
Con un incipit imponente: “Vista da un aereo, la macchina poteva sembrare uno scarabeo che arrancava lento su una spiaggia senza fine, con il sole che si rifletteva sulla sua corazza nera e lucente.”
Nello stile di Ken Follett, tre storie si intersecano per poi congiungersi nel finale.
Ci sono agenti segreti sotto copertura, migranti in fuga dalla guerra, lotta alla droga… e potenze mondiali sull’orlo di una crisi di nervi.
Si spazia dall’America alla Corea, dal Ciad alla Cina, dal Vietnam alle Hawai, dalla Libia alla Francia.
Certo, conoscere un po’ di geografia aiuta (ancora non ho capito perché oggi questa materia non sia più insegnata per bene, a scuola!).
Leggere un libro come questo incuriosisce il lettore: si cercherà di sapere dove sia Ndjamena, cosa sia il teschio di Toumai, come possa una ribellione locale in un piccolo Stato condizionare la politica mondiale.
Sono settecento pagine, è vero… ma vanno giù che è un piacere e resta solo la voglia di ricominciare, quasi a voler capire se una storia alternativa sia possibile,
La domanda finale è: ma cosa aspettano a dargli il nobel per la letteratura?
Paolo Federici

Informazioni su Paolo Federici

La migliore soddisfazione è sbagliare apposta per dare agli altri l'illusione di essere superiori.
Questa voce è stata pubblicata in Almanacco, Controcorrente, Cultura, Generale, Libri, Politica, Recensioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il leone è tornato a ruggire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...