Ai posteri… la sentenza!

Platone ci racconta la storia di Socrate: uno dei più grandi filosofi dell’antichità, non ha lasciato nessuno scritto ma ci ha pensato Platone a raccontarci tutto di lui. Socrate è stato un maestro, un educatore, un insegnante. Una guida morale che ancora oggi viene chiamata ad esempio. Sapete che fine ha fatto? E’ stato condannato a morte da chi deteneva il potere. I suoi allievi lo avrebbero aiutato a scappare, ma lui ha preferito accettare di rispettare la legge, per quanto assolutamente ingiusta, e bevve la cicuta.
Avrete sentito parlare di Seneca: uno dei grandi pensatori romani. Ancora oggi i suoi scritti sono una guida preziosa per chi vuole vivere seguendo la morale, la coscienza, il bene! Anche Seneca venne condannato a morte. Anche Seneca avrebbe potuto scappare, ma accettò la condanna e si tagliò le vene.
(Nell’antichità la pena di morte comportava anche il fatto che il condannato dovesse eseguire la sentenza suicidandosi!).
Saltiamo a piè pari la storia di Gesù Cristo, il buono per eccellenza, condannato a morte per le sue idee di giustizia, di uguaglianza, di solidarietà.
Arriviamo al medio evo e parliamo di Tommaso Moro?
Si rifiutò di giurare il falso ed il re lo fece prima imprigionare nella Torre di Londra e poi ordinò che gli tagliassero la testa. Tommaso poteva evitare la condanna, ma avrebbe dovuto rinunciare ai suoi principi. Sta di fatto che proprio per la sua fedeltà ai principi nei quali credeva fu fatto Santo.
Vogliamo parlare di altri condannati a morte per le loro idee?
Sandro Pertini si opponeva al fascismo e per questo fu condannato a morte: fortunatamente la sentenza non fu eseguita in tempo e Pertini fu liberato.
Ma a quel tempo, non furoni pochi quelli imprigionati per le loro convinzioni politiche, da Antonio Gramsci a tutta una serie di anti-fascisti che lottavano solo con la forza delle loro idee.
Il periodo in cui sono vissuti li ha osteggiati, ma la Storia gli ha dato ragione.
Ecco, io sono convinto che un personaggio oggi osteggiato, deriso, condannato… otterrà giustizia dalla Storia ed il suo nome brillerà tra i grandi di questo periodo.
Sto parlando, ovviamente, di Mimmo Lucano.
Ai posteri la fin troppo facile sentenza.
Paolo Federici

Informazioni su Paolo Federici

La migliore soddisfazione è sbagliare apposta per dare agli altri l'illusione di essere superiori.
Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente, Cultura, Generale, Giustizia, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...