il gatto di Schrodinger

secondo la fisica quantistica, c’è un gatto molto speciale: è chiuso dentro una scatola ed è contemporaneamente vivo e morto! (Per saperne di più basta cercare su internet, digitando gatto e schrodinger)

Ci sono altri casi nei quali, ossimoricamente, due cose contrarie coesistono.

Ad esempio, se versate mezzo litro d’acqua in un bicchiere da un litro, quel bicchiere sarà contemporaneamente mezzo pieno e mezzo vuoto

Insomma, come nel caso del gatto di Schrodinger, la verità sta negli occhi di chi guarda: guardando dentro alla scatola si vedrà un gatto vivo oppure un gatto morto.

Guardando quel mezzo litro di acqua si vedrà un bicchiere mezzo pieno oppure mezzo vuoto.

Adesso si aggiunge un nuovo caso: una delle più belle parole che esistano in italiano (e che sia conosciuta in tutto il mondo) è ciao: cosa significa? Secondo wikipedia: ciao è la più comune forma di saluto amichevole e informale della lingua italiana. Essa è utilizzata sia nell’incontrarsi, sia nell’accomiatarsi, rivolgendosi a una o più persone a cui si dà del tu. Un tempo diffusa soprattutto nell’Italia settentrionale, è divenuta anche di uso internazionale. In riferimento ai bambini, “fare ciao” indica un gesto di saluto ottenuto aprendo e chiudendo la mano o agitando la mano.

Mi sembra chiaro che sia un saluto positivo, destinato agli amici, rappresentativo della felicità che traspare nell’incontrare una persona ma anche nella promessa di un nuovo incontro (come un arrivederci) nel momento in cui ci si saluta.

Eppure dopo che questa parola è stata portata ad identificare un programma, un progetto, un “sogno” … ecco che il suo essere un gesto positivo comincia ad essere travisato e troviamo quelli che ne negativizzano il significato!

Ed anzichè guardare al lato positivo della proposta, si guarda al lato negativo del travisamento della parola!

Mi sembra di poter dire che ormai, qualsiasi cosa venga fatta in positivo ci sarà sempre chi andrà a cercarne il lato negativo: in un mondo di gatti vivi, ci saranno sempre gli amanti dei gatti morti. In un mondo di bicchieri mezzi pieni, ci saranno sempre i sostenitori del mezzovuotismo!

In un mondo di ottimisti, i pessimisti continueranno a voler imporre la loro tetra visione.

Che dire? Fate come vi pare!

Io continuo a vedere gatti vivi, bicchieri mezzi pieni ed a salutare gli amici con un super amichevole ciao! Ma io sono ottimista … e vivo certamente meglio di qualsiasi pessimista!

Paolo Federici


Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente, Cultura, Poesia, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...