Il Congresso di Verona

dice George Santayana che chi non conosce la storia sarà costretto a riviverla.
Allora proviamo a conoscerla questa storia: la storia del Congresso di Verona, intendo.
Nel 1822 (esattamente dal 9 al 14 ottobre) si riunirono i rappresentanti di tutte le potenze europee.
Verona fu invasa da re, zar, principi, imperatori … per discutere, tra l’altro, di cosa?
Della regolamentazione della tratta degli schiavi!
L’abolizione dello schiavismo avverrà quasi cinquant’anni dopo (e solo grazie ad un americano!)
Nel 1943 (esattamente dal 14 al 15 novembre) ci fu un nuovo congresso, sempre a Verona.
Questa volta per redigere un piano programmatico per la ricostituzione del Partito Fascista. Da quel Congresso nacque la Repubblica di Salò ed iniziò il terribile periodo della guerra civile, in Italia.
Mi sembra dunque che in entrambi i casi i precedenti “congressi di Verona” abbiano solo causato danni.
Come dice un vecchio adagio: non c’è due senza tre!
Quali “danni” creerà questo nuovo Congresso?
Ai posteri l’ardua sentenza.
Paolo Federici

(qualcuno mi ha scritto dicendo: e che c’azzecca? Secondo me ci azzecca, ci azzecca! Si vuole tornare al ruolo della donna “schiava” … regolamentandone il comportamento. E si vogliono imporre regole fasciste contro gli “omosessuali”. #sapevatelo)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente, Cultura, Generale, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...