Sottomissione

SottomissioneCopertinail protagonista è un professore universitario quarantenne, fissato con il sesso: gli piace portarsi a letto le sue studentesse.
Non riesce ad avere un legame serio, cambia “fidanzata” frequentemente.
Ha l’abitudine ad andare con le escort, a pagamento.
Non proprio il massimo della moralità, insomma.
In un mondo così totalmente senza regole, un po’ di ordine si rende necessario.
Laddove il cattolicesimo ha fallito, un’altra religione sta invece facendo azione di proselitismo.
Solidarietà, assistenza reciproca, benevolenza verso gli anziani, cura della famiglia … tanti valori che si erano persi nell’egoismo dominante, riprendono, poco a poco, ad avere la loro importanza.
Quella che era la “fede” per i cattolici (la “fede” è la certezza di cose sperate: chi ha la fede, crede al di là di ogni ragionevole dubbio, attenendosi a quanto è scritto in un libro sacro, la Bibbia) è la “sottomissione” per i mussulmani (la capacità di abbandonarsi alla volontà divina, accettandone gli insegnamenti filtrati da un altro libro sacro, il Corano).
Tutto questo non ha niente a che fare con i fondamentalismi, con il terrorismo, con la violenza.
Alla fine quello che è stato presentato come un libro pregno del “j’accuse” di un novello Zola, si rivela una presa di coscienza del decadimento morale della nostra società.
Il fallimento è quello del laicismo: senza regole, senza morale, senza principi, la “laicità” resta una scatola vuota che non può certo “competere” con il cattolico che è capace di avere fede o con il mussulmano che è disposto a sottomettersi alla volontà divina.
Per certi versi questo libro ricorda il famoso “1984” di Orwell: nel finale il protagonista arriva ad amare il Grande Fratello.
Anche qui il protagonista arriva a vivere una seconda opportunità, senza avere niente da rimpiangere del passato.
In pace con Dio e con gli uomini.
Siamo sicuri che questo sia il male?
Paolo Federici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente, Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...