colpevole o innocente

c’è una domanda che mi frulla nella testa da tempo.
Se una persona, dopo aver subito un regolare processo, viene CONDANNATA, deve essere considerata COLPEVOLE o INNOCENTE?
Sembra che in Italia una persona possa essere considerata COLPEVOLE solo se e quando verrà definitivamente condannata DOPO aver subito tre gradi di giudizio.
A mio modesto avviso, è possibile che una sentenza di primo grado venga ribaltata in appello, o in cassazione.
Ma nel momento in cui una sentenza (di primo grado) di colpevolezza viene emessa e fintanto che un’altra sentenza (di secondo o terzo grado) non ribalti quel primo giudizio, l’imputato è e rimane COLPEVOLE.
Insomma, la presunzione di INNOCENZA vale durante il processo e fino alla sentenza, con la sola differenza che una sentenza di PRIMO o di SECONDO grado può essere ribaltata da una sentenza successiva, mentre una sentenza di TERZO grado non può più essere ribaltata.
Ma una cosa è l’irribaltabilità di una sentenza, altra cosa è la validità della stessa.
Paolo Federici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...